Vengo anch’io

Vengo anch’io

216
0
Condividi

Buon martedì seguente

Il giorno dopo l’annuncio che Radiobase smette di fare radio si presta ad alcune riflessioni.

Ieri, sui social, é stato, come sperava di fare Jannacci quando ha proposto Vengo anch’io, No tu No.

Sui social abbiamo partecipato al “funerale” della radio, con tanti increduli, tanti sorpresi, tanti convinti che inventeremo qualche cosa perché non é possibile sparire così.

E’ stato in un certo senso bello, partecipare a questo rito che si é svolto prima sui social (tanto Fb, poco Tw, un po’ Instagram), poi sul portale della radio, che continuerà a rimanere aperto, poi sui giornali locali che ci hanno dedicato attenzione, non pelosa ma sincera, e, da domani, forse, compariranno delle lettere al loro interno.

Questi sono i tempi della informazione, anche locale: prima i social poi il resto e dobbiamo prenderne atto anche se é ancora vero che il web é usato da meno del 50% della popolazione e che non tutti coloro che utilizzano il web utilizzano i social.

I numeri poi, sono impietosi: la Gazzetta di Mantova é a 16671 copie, la Voce sicuramente a molto meno, noi, viste le reazioni eravamo tra 4000 e 8000 ascoltatori medi, con misurazione empirica.

Aver visto la partecipazione e scoprire che generazioni sono cresciute ascoltandoci é gratificante, così come lo é la diffusa convinzione che qualche cosa ci inventeremo.

Giusto iniziare a pensare alla prossima impresa.

Grazie

@robertostorti

LASCIA UN COMMENTO