Non si Tamai com’èla

Non si Tamai com’èla

47
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

«Non – si – sa mài – com’èla!», il grido del cieco che vendeva i biglietti della lotteria sotto i portici, l’avevo dedicato alla prima vittoria del Mantova, in casa del Belluno capolista, dopo le tre sconfitte iniziali. Ora non trovo di meglio che riproporlo, “aggiornato”, per la vittoria a Tamai (Pordenone) dopo il momentaneo rallentamento del pareggio con l’Arzignano. Già, perché con tale vittoria il Mantova è entrato in zona playoff, a soli 4 punti dalla vetta. Chi l’avrebbe mai detto allora, dopo le prime tre sconfitte consecutive, con il Mantova ultimo in classifica a zero punti?

“Non si… Tamai com’èla” anche per rispondere alle accuse del mister “tamaiano” Vinicio Bisioli che si è lamentato perché l’arbitro avrebbe “favorito” il Mantova. I nostri quotidiani gli hanno detto ch’l’è mèi ch’al taşa, lui, preparatore dei portieri del Torino che nel 2006 “rubò” la serie A al Mantova… Caro Bisioli, una volta l’arbitro fischia contro e un’altra a favore: dunque… “non si sa mai com’èla!”.

Il nostro mister si è invece complimentato non solo con la propria squadra, ma anche con l’avversaria, che ci fa fatto soffrire, e ha ricordato che al Mantova gli arbitri hanno finora fischiato un rigore contro (e non sempre indiscutibile) quasi ad ogni partita. Töh mò! Ma passiamo ai disegni, “che è meglio”, come diceva il Grande Puffo.

10’: Felici controlla felicemente di tacco un gran lancio di Suriano lasciando di stucco l’omino nero, ma infelicemente calcia alto. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

13’: Felici, stavolta solo felicemente, di testa per Debeljuh che cannoneggia in porta. I “tamaiani” chiedono invano il fuorigioco. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

41’: Tal Giglio di testa alza sopra la traversa un bel cross di un suo collega. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

46’: rigore contro per atterramento di un “tamaiano” ad opera del già ammonito Camara (che non viene riammonito – e quindi espulso – dall’arbitro). Realizza il centravanti Maccan. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

20’ del secondo tempo: gran punizione del gran regista Correa, che inganna la nera barriera e il verde portiere. E il Mantova vince. Cosa volìv di pü? (clicca sul disegno per ingrandirlo)