Vittorino da Feltre

Vittori[a]no da Feltre

47
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

Il grande Vittorino, nato a Feltre e morto a Mantova, dove alla corte dei Gonzaga gran maestro rivelossi, spero non si dolga dell’uso burlesco del suo nome onde sdrammatizzar la vittoria-no del Mantova con l’Union Feltre, sul sintetico (e ghiacciato) campetto di Pedavena. Rammarico del nostro Mantova (e del suo mister) che a 10 minuti dal termine conduceva per 3-1, ma rammarico anche del Feltre (e del suo mister) che ha colpito una clamorosa traversa e sbagliato un rigore.

Dopo cotal sintetica (come il campo) sintesi, passiam tosto ai disegni, che son ben sette e han rischiato d’esser otto (per via della traversa).

Al 10’, il gol del mancinome Franchini, che raccoglie un passaggio-rinvio di un dei nostri e un dei loro, su cross di Eddy, e di destro (!) infila il Borrelli portiere, d’arancion inopinatamente vestito sì da confondersi con le rosse maglie mantovane. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 38’ il lor 10 Stradiotto colpisce la traversa (ve ne risparmio il disegno per restar nel numero sette), ma si vendica al 41’ con questo gollastrone da lontanone che frega in nostro portierone. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 45’ però lo Stradiotto sbaglia un rigorotto forse un po’ galeotto. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 9’ della ripresa il Mantova torna in vantaggio con il gol del neoacquisto Aldrovandi, che (1) di testa schiaccia in porta un corner di Franchini, l’arancion portiere ri-schiaccia fuori, e l’Aldrovandi (2) ritesteggia in porta, dove un feltrese stoppa di petto (e poi rinvia), ma secondo l’arbitro dietro la linea. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 25’ sembra fatta, perché son 3-1 per noi con il magico sinistro di capitan Correa dai soliti 350 metri. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Ma lo Stradiotto diavolotto colpisce ancora, al 34’ di testa, e al 43’ con elegante pallonetto superando il Lombardo, ogni volta uscito a fare un giretto (ma che poi rimedia evitando il quarantotto ancora su Stradiotto). (clicca sui disegni per ingrandirli)     

Condividi
Articolo precedenteRiusare meglio che riciclare
Prossimo articoloI messaggi dei massaggi cinesi