Commercianti del centro: manca l’autocritica

Commercianti del centro: manca l’autocritica

145
0
Condividi

Buona domenica autocritica

La lacrima é parte integrante di commercianti e contadini.

Tenendo conto di questo dimostrabile assunto, l’appello dei commercianti del centro storico di Mantova, rivolto al Sindaco, di andare a vedere di persona la situazione di deserto di questi primi mesi dell’anno, é sacrosanto, ma ha un difetto: manca di autocritica.

E’ vero, la città é tutta un cantiere, a volte senza troppo preavviso, ma il cantiere renderà l’area interessata più bella, a vantaggio proprio dei residenti e, tra questi, anche dei negozi, che ne usufruiranno a lavori ultimati.

Manca l’autocritica sui prodotti che propongono perché, se sono gli stessi che si trovano agli outlet o nel centri commerciali o sulle bancarelle “stock” del mercato del giovedì, di sicuro non invitano a frequentare di più il centro.

Non sono solo le manifestazioni o gli incentivi, o i parcheggi, o le navette gratuite che contano, conta anche l’offerta dei prodotti che si fa, e siccome i commercianti sono i primi che dicono di credere nella legge di mercato, é il mercato che sta esprimendo scelte diverse rispetto ai prodotti offerti ovunque e non solo in centro.

Se fossero prodotti esclusivi e non generici, convincerebbero di più.

A risentirci, o a rileggerci alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Condividi
Articolo precedenteIl gelo in una stanza
Prossimo articoloI pareri di Spesso Di Parte