Invasi da 300 bici arancioni

Invasi da 300 bici arancioni

135
0
Condividi

Buon venerdì ciclabile

Da oggi Mantova sarà invasa da 300 bici arancioni che serviranno a residenti e turisti per muoversi in libertà a costi accettabili.

E’ un esperimento che si aggiunge a quello ormai defunto che si chiama Bicincittà che soffre della necessità di riportare la bici dove ci sono gli stalli appositi, mentre il nuovo servizio, non a caso definito a “flusso libero”, permette, con la App del proprio telefonino, di far sbloccare la bici che si incontra strada facendo, di poterla lasciare ovunque, di avere una bici con ruote che non si bucano, di pagare sempre con l’applicazione dal proprio telefonino e, soprattutto, di poter usare le bici anche a Cremona e in altre città dove é presente questo servizio senza dover cercare il luogo dove comprare schede o punti.

Credo che, più che ai mantovani, che una bici in cantina la trovano sempre, sarà una scelta che potranno fare i turisti, scelta che prima era difficile da fare sia perché il servizio era strettamente locale, sia perché serviva una tessera specifica che chi viene da via deve andarsi a trovare.

Qui, invece, c’é tutto in tasca, ammesso che in tasca si abbia un telefonino intelligente detto anche SmartPhone.

Credo che, come a Cremona, dove il sistema é già in uso, la tariffa di 30 centesimi ogni mezza ora, sia un prezzo giusto.

Pericolo di sabotaggi?

Purtroppo non si possono escludere, perché di defìcita di cervello é piuttosto diffuso, anche nel Mantovano.

A risentirci, o a rileggerci alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti