E tinf e tunf ma i tira mìa

E tinf e tunf ma i tira mìa

125
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

È una sintesi un po’ rozza, ma credo che possa rendere l’idea. È una di quelle partite che adesso definiscono “tattiche”, con le squadre “corte” che “si annullano a vicenda” e due o tre tiri in porta (in tutto!). Avessero almeno giocato bene (per questo il “tinf e tunf”)… e sì che il Campoeccetera era la capolista. Dico “era” perché ora è passata al secondo posto, mentre il Mantova, pur restando in zona playoff, è passato dal quarto al quinto. Contenémas e tegném bota.

Due soli disegni, dunque.

Il Campodarsego comincia meglio del Mantova e, al 4’ va subito al tiro con tal Michelotto, ma il bravo Lazarev, pur forse un po’ sorpreso, ci mette una pezza. Di altri tiri loro con relative parate del nostro, non ricordo. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

Verso la mezz’ora il Mantova sembra svegliarsi, tant’è vero che al 30’ segna anche, con Saporetti, che mette dentro la “spizzata” di testa di Correa, su corner di Franchini. Ma il segnalinee, sia pure in ritardo, alza la bandierina, e l’arbitro annulla per fuorigioco. Azione velocissima e mischia davanti alla porta: dagli spalti e dal filmato impossibile valutare. La Gazzetta esprime dubbi mentre la Voce dà ragione all’arbitro (strano, perché da una bella foto Barlera del giornale a me pare che l’omino nero che salta a vuoto davanti a Correa tenga in gioco il nostro Saporo…). Dunca, pensèla com’av par.

Poi, solo “tinf e tunf” fino alla fine. (clicca sul disegno per ingrandirlo)