Per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno

Per colpa di qualcuno non si fa credito a nessuno

50
0
Condividi

Buon giovedì smaltente

Era prevedibile, e purtroppo previsto, che ci fosse chi non usava correttamente i nuovi cassonetti, detti anche CityBin.

Da 24 giorni, gli abitanti del centro storico di Mantova, che prima mettevano fuori dai portoni e sui marciapiedi i sacchetti dell’umido, della carta, della plastica e del vetro, devono portarsi al cassonetto più vicino, dotati di tessera con codice a barre, aprire il cassonetto giusto e poi depositare quello che devono smaltire.

Operazione che, se mostrata una volta a un alunno di seconda elementare, sa eseguire senza errori; I mantovani adulti, no. Sono impediti e non ce la fanno.

Dimenticano a casa la tessera e lasciano il sacchetto fuori, pretendono di gettare lattine e vetro, anche di notte o al mattino presto e, siccome il cassonetto non si apre, scrivendo sul diplay in inglese (si poteva anche tradurre) lasciano tutto attorno al cassonetto, pretendono di smaltire i grossi imballaggi di plastica e, siccome non passano per lo sportello, invece di rompere l’imballaggio, abbandonano a terra il tutto.

Le foto che mostro, sono testimonianze della inciviltà e della pochezza degli abitanti del centro storico, perché, come recitava una scritta esposta dal mio vecchio calzolaio: “per colpa di qualcuno, non si fa credito a nessuno”.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti