Il telefono non ha nessun diritto costituzionale di ricevere una risposta

Il telefono non ha nessun diritto costituzionale di ricevere una risposta

87
0
Condividi

Buona domenica diffidente

Il telefono non ha nessun diritto costituzionale di ricevere una risposta.

Parto con questa citazione tratta dal fil “Una notte con Vostro Onore”, per ricordare a tutti noi di non cadere nella trappola sia di chi, via telefono, vuole propinarci dei vantaggi (in genere per chi telefona, mai per chi riceve) sia chi si spaccia per altro da quello che é, per indagare su come truffarci.

Nel Mantovano, oltre ai finti avvocati che chiedono soldi per evitare la galera al figlio o al nipote, oltre ai tecnici dell’acqua e del gas o della luce che insegnano a mettere i soldi o gli ori in freezer, oltre a finti carabinieri, poliziotti o finanzieri che vogliono propinarci abbonamenti a fantomatiche riviste, si sono aggiunti falsi operatori sanitari che cercano di sapere come e quando mettere a segno la loro truffa.

Non siamo villani se mettiamo giù la cornetta, perché, ormai, nessuna Istituzione, nessuna banca, nessuna persona seria, usa il telefono per chiedere informazioni; solo i truffatori, lo fanno.

Se capita, l’unica telefonata che dobbiamo fare é al 112, per denunciare chi cerca di fregare il prossimo.

La brutta figura la facciamo se ci cadiamo, rispondendo alle finte, innocue domande, non se chiudiamo la conversazione.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie.

@robertostorti