Caccia allo straniero declinata in positivo all’Università di Mantova

Caccia allo straniero declinata in positivo all’Università di Mantova

82
0
Condividi

Buona domenica multilingue

Quasi trecento (291) studenti stranieri, extra UE, chiedono di poter studiare presso l’università di Mantova al corso “Architectural design and history”.

Siamo ancora nel segno delle buone notizie, perché mi sono stancato delle lamentele, anche delle mie, e, ricercando con occhi diversi, mi sembra che questa sia proprio una bella, buona notizia.

Ragazzi del Bangladesh, Vietnam, Turchia, Iran, Usa, Equador, Cina, Giappone, Sudafrica, Brasile, Messico e Corea del Sud che sperano di essere ammessi a studiare da noi, é decisamente una notizia positiva anche se solo 50 di loro, verranno nella nostra città, sede naturale per un corso di questo tipo, come sostiene il ProRettore.

I posti a disposizione sono 100; 50 per gli Europei e 50 per gli extra UE, il corso sarà in lingua inglese, il che facilita abbastanza le richieste straniere, e saranno tenuti da docenti del Politecnico di Milano con il quale la Fondazione Università di Mantova collabora.

La caccia alla straniero, in questo caso, é declinata positivamente.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie.

@robertostorti