Veicoli inquinanti: Incentivi e nuovi blocchi

Veicoli inquinanti: Incentivi e nuovi blocchi

74
0
Condividi

Buon martedì incentivante

La Regione Lombardia, discutendo del Piano di miglioramento della qualità dell’aria (da noi tira la peggior aria di tutta l’Europa), ha fatto due scelte: stanziare 6 milioni per incentivare il cambio di veicoli inquinanti; bloccare, per 12 ore di giorno, dall’autunno alla primavera, la circolazione dei veicoli diesel euro 3, quelli, per capirci, targati CR e qualcosa, immatricolati circa 14-15 anni fa.

Direte che ormai non circolano più, e invece circolano anche autobus con questa anzianità e con queste targhe, per cui la sospensione del viaggiare di giorno é perlomeno opportuna anche se non si capisce perché di notte l’inquinamento, secondo la Regione, sia minore o non ci sia.

Ma sono questi, compromessi, forse necessari.

Tra le categorie che hanno i mezzi più datati, oltre alle società di trasporto, anche pubblico, le edili e i movimento terra (basta guardare le targhe dei mezzi presenti nel cantiere di Corso Pradella) ci sono sicuramente gli ambulanti i quali hanno, in media, mezzi che, se anche autorizzati dalle attuali norme e deroghe, sicuramente impolverano e non poco.

Sei milioni di incentivi forse sono una goccia nel mare delle necessità, ma svecchiare la flotta é obbligatorio se non vogliamo passare altri inverni a superare la soglia di attenzione in pochi mesi, come già facciamo da decenni.

Scegliere é urgente e necessario, e scegliere, significa anche imporre comportamenti virtuosi. A tutti.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti