Foto di minori sui social. Serve ok del soggetto

Foto di minori sui social. Serve ok del soggetto

22
0
Condividi

Buon venerdì tutelato

E’ stato il tribunale di Mantova, nel settembre del 2016, il primo a pronunciarsi in Italia relativamente all’obbligo dell’OK da parte di entrambi i genitori, nel pubblicare sui social, foto che ritraggono un minore.

Senza il consenso di entrambi i genitori, separati o uniti, non importa, la tutela dell’immagine del minore é più forte del desiderio di far vedere e far sapere da parte di mamma o papà, quanto é bello bravo il figlio o la figlia.

Lo scorso settembre, il tribunale di Roma ha rincarato la dose per cui ha stabilito che senza il consenso esplicito del minore, nessuna suo foto può essere pubblicata, anche da un genitore, su qualsiasi social.

La sentenza era a favore di un sedicenne che chiedeva invano, alla mamma, che compulsivamente pubblicava di sue foto, di smettere e, nonostante le suppliche del minore, non si fermava.

L’ha fermata, giustamente, il Tribunale a cui, il minore, ha potuto ricorrere.

Sia il Tribunale di Mantova per primo, che quello di Roma, hanno sentenziato che l’inserimento della foto di minori sui social, costituisce comportamento potenzialmente pregiudizievole per essi.

Senza arrivare al rigore della Francia che prevede il carcere per chi pubblica foto di minori, senza consenso, sui social, serve molto buon senso, e non solo per le foto dei minori.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie.

@robertostorti