Seregno variabile

Seregno variabile

75
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

Il Mantova espugna e rannuvola il fin qui inviolato campo del Seregno e resta al limpido sole della vetta, allontanando a -4 l’inseguitor comasco, costretto al pareggio a Darfo Boario. Alé!

La vittoria pare proprio meritata, anche se l’Ardito mister brianzolo, che pure elogia il Mantova e il suo allenatore come i migliori del girone, ha qualcosa da ridire sull’espulsione (secondo lui esagerata) del suo Mapelli al 44’. Il Morgia pure, ch’l’è mai contént, osserva che dobbiamo imparar a “chiuderle prima”, le partite. In compenso vuol vincere anche la Coppa Italia (mercoledì al Martelli c’è il Villa d’Almè per gli ottavi). Dunque, bala avanti!

Il Mantova parte sparato e al 6’, prima un sinistrone di Ferrari, servito da Ferri Marini, spaventa il Lupu portiere facendo tremare il palo… (clicca sul disegno per ingrandirlo)

… poi l’assalto continua e si conclude col gollastrone di Ferri Marini (testatona) su cross di Cecchi. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Al 13’ il pareggiotto d’un tal Bonaiti che (1) riceve comodamente palla ben fuori area e, fatti due passi, (2) la cannoneggia sull’interno del palo, che, vigliacco, anziché tremare impaurito come il suo collega, l’accompagna gentilmente dentro. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il 2-1 mantovano al 6’ della ripresa, su rigore di Scotto. Il Lupu non arriva a prendere il biscotto. (clicca sul disegno per ingrandirlo)