E il Rezzato è sistemato

E il Rezzato è sistemato

29
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

“Sistemato” sul campo, naturalmente. Nel senso che il Mantova l’ha battuto e dominato più di quanto non dica il risultato. Fuori dal campo, sugli spalti, la tifoseria, curva Te specialmente, non ha mancato di contestare, diciamo pittorescamente, gli ex Di Loreto e Musso, ma, fortunatamente, solo all’inizio dei due tempi. Gran bel Mantova, due bei gol, più d’uno sbagliato e, che io ricordi, un solo pericolo corso. Morgia orgoglioso dei “suoi” ragazzi, dedica la vittoria alla città, sapendo quanto ci tenessero i mantovani, e, del povero ex Prina, giustamente applaudito all’ingresso, non sono state registrate dichiarazioni.

Il primo gol al 21’. Lo Scotto frega la palla all’ex Siniscalchi, vola verso l’area e serve un palloncino d’oro al sopraggiungente Ferrarone, che (1) fatti due passi, (2) cannoneggia nell’angolino. Fantastico. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

Se ne potevano fare altri due o tre, e disegno l’occasione che mi pare la più clamorosa, all’8’del secondo tempo, opera di Ferrari che, in piena area, alza sulla traversa un bel pallone che gli arriva da Cecchi. Io lo perdono. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il rischio che ricordo è al 15’. Quel volpone di Bruno vede Borghetto addirittura fuori area e prova a pallonettarlo, ma, un po’ sbilanciato e un po’ ostacolato, il tiro gli riesce debole, ragion per cui il Borghetto riesce a recuperare, e con una mano sola! (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il raddoppio al 41’. Splendido scambio Altinier-Guglielmelli-Altinier che angoleggia facendo esplodere il Martelli. Alé! (clicca sul disegno per ingrandirlo)