Patrimonio arboreo

Patrimonio arboreo

512
0
Condividi

Finalmente una legge di tutela

Pareri distorti (OnAir alle 9 e 19.30)

Buon lunedì arboreo
Sapevate che solo nella nostra provincia esiste un patrimonio arboreo di pregio che comprende circa 2000 esemplari di alberi monumentali?
Dal censimento di 10 anni fa, fatto dalla Provincia, sono stati censiti, per la precisione 1989 alberi secolari che vanno dai platani che tutti riconosciamo abbastanza facilmente ai bagolari, presenti nell’area di Volta Mantovana dove, dietro l’ospedale si trova una pianta che ha 400 anni con la chioma a soffione ancora integra e un tronco della circonferenza di 6 m.
Quello dietro l’Ospedale, non è il solo albero centenario.
Sempre a Volta c’é un gelso da carta con tronco del diametro di 5 metri così come ci sono, come dicevo prima, platani e ginkgo biloba con circonferenze simili distribuiti tra Castellaro Lagusello, Sacca di Goito, Marcaria, Pomponesco, Castelgoffredo, Rivalta.
Finalmente a tutela di questo patrimonio arboreo è entrata in vigore la legge 10 del 2013 dopo che, il 21dicembre dello scorso anno, la Commissione Ambiente del Senato ha dato il via definitivo.
Le sanzioni per chi deturpa, non sono secondarie e insignificanti, come spesso succede, ma molto salate. Da un minimo di 5000 a un massimo di 100.000 €, sanzioni che dovrebbero essere un buon deterrente.
Entro luglio prossimo, le Province, con l’aiuto dei Comuni dovranno inviare alla Regioni le segnalazioni relative agli alberi di pregio, presenti sul proprio territorio.
Speriamo che questo nuovo censimento sia fatto, prima che spariscano, Province e alberi di pregio, secolari e monumentali.
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti

Immagine: Platano di località Pioppino tradda da:
http://www.ascuoladaglialberi.net/wordpress/wp-content/uploads/2004/02/pioppino-MN-platano.jpg

Condividi
Articolo precedenteNè d’mi nè d’ti
Prossimo articoloViva Cocciante!