I trigoi i fa sémpar ben

I trigoi i fa sémpar ben

65
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

Come già detto (1ª giornata) in mantovano si può leggere “trigòi”, per dire: “tre gol”; ma anche “trìgoi” per indicare le nostre caratteristiche castagne di lago, dal guscio a punte. Senza accento nel titolo per dire l’una cosa o l’altra, a scelta: infatti i nostri “trigoi” posson benissimo far da simbolo ai tre gol rifilati, in questo caso, alla povera Ambrosiana. Potevano essere anche di più: addirittura Morgia parla di 15 occasioni da rete nel primo tempo, con un solo gol segnato… contentémas (i trigoi i fa sémpar ben) e cominciamo a pensare al Como (sempre a -2!) che dovremo affrontare domenica prossima in casa sua… vedarém bén bèla, e bala avanti!.

Dopo la caterva di occasioni “sciupate” un po’ per la bravura del portierin Dani e un po’ per un pelo di qua o un pelo di là, il primo gol al 41’: qualcuno (Minicleri?) per Scotto che, forse a memoria, forse vedendo arrivare sulla destra Tosi, gli pennella un palloncino d’oro; il baby mette in mezzo, dove Cuffa anticipa tutti e insacca. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il secondo gol al 17’ della ripresa. Minicleri sinistreggia dal limite e il fin qui bravo Dani papereggia. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il terzo gol al 43’: Silvestro per il neoentrato Alma che diagonaleggia di sinistro. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

In pieno recupero una bella traversa colpita dal prode Cecchi: è la sintesi delle occasioni mancate. (clicca sul disegno per ingrandirlo). Arvédas.