Non furbetti ma truffatori e ladri

Non furbetti ma truffatori e ladri

208
0
Condividi

Buon martedì parcheggiante

Un sessantenne, nemmeno uno sbarbatello, per andare a giocare a tennis ed essere sicuro di trovare parcheggio vicino ai campi, usava l’auto con il Pass Invalidi, intestato alla moglie che, oltretutto, era defunta da due anni.

Le cronache lo chiamano “furbetto”, ma questo usurpatore di spazi, destinati a chi, comunque, non può giocare a tennis o altro sport, va chiamato in modo corretto: truffatore e ladro.

Ladro perché ruba uno spazio destinato a chi non può veramente deambulare con facilità, truffatore perché truffa la comunità tutta usufruendo di una autorizzazione che non gli compete e non é stata a lui rilasciata.

I termini vanno usati per quel che devono dire e comunicare.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti