Ingabbiatori di nutrie

Ingabbiatori di nutrie

240
0
Condividi

Buon venerdì trappola

La Regione Lombardia ha stanziato ulteriori 400.000 euro per sperimentare un nuovo metodo di caccia alle nutrie, utilizzando delle gabbie sistemate da ditte specializzate, che giurano, saranno di ditte locali e non americane, di ingabbiatori.

C’é da premettere che la presenza del roditore che rovina colture e fossi, é dovuta all’uomo che li ha strappati dal loro habitat Cileno e Argentino, per farne pellicce di castorino e quando la moda é cambiata, gli allevatori hanno aperto le gabbie che adesso si vogliono rimettere.

I Trappers, come li chiama l’Assessore, che significa cacciatori, ma qui nell’accessione di ingabbiatori, scenderanno in campo in fianco alle squadre già autorizzate per eradicare o tentare di ridurre il numero di roditori che si moltiplicano più velocemente di uno sparo.

Non avendo sul nostro territorio caimani, giuguari, puma, lupi grigi, volpi rosse, poiane dalle spalle rosse e allocchi, predatori naturali di questo roditore, ci rimangono solo cacciatori e ingabbiatori.

Paghiamo fior di milioni per l’insipienza umana di qualche decennio fa.

Attendiamoci “guerre” e polemiche, non solo estive, tra ingabbiatori e difensori dei diritti degli animali.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti