Antenne 5G solo nelle aree previste

Antenne 5G solo nelle aree previste

276
0
Condividi

Buon sabato connesso

Per usare i telefonini che abbiamo in tasca, gli operatori devono piazzare delle antenne ripetitrici almeno ogni 5 km lineari; più ravvicinate per servire i centri densamente abitati.

La tecnologia prossima futura, che si chiama 5G, richiede una rete di ripetitori molto ma molto più fitta.

Secondo alcune previsioni, il numero delle antenne esploderà da 74.000 attuali a oltre 1 milione sul territorio nazionale.

Onde evitare di vedere fiorire sui tetti dei condomini in difficoltà economica, antenne a tutto spiano, a Mantova, l’Assessore Murari ha accolto la proposta di una componente della attuale maggioranza (Sinistra Italiana) adottando l’unica misura disponibile per i Comuni che é quella gestire le convogliare le autorizzazioni di ripetitori in aree già definite che non danneggino i gestori ma anche che non minino la salute di tutti noi.

La scienza non ha ancora detto se frequenze del 5G faranno male o bene, riservandosi indagini nei prossimi anni, ma il principio di precauzione, in questi casi, é sempre meglio adottarlo.

Non so se col 5G i grandi chirurghi interverranno collegandosi a distanza, guidando robot e assistenti in ansia anche durante il matrimonio della figlia, come ci propina la pubblicità di un operatore telefonico, ma essere cauti sulle micro-nano onde, è, perlomeno opportuno.

A risentirci, o a rilegegrci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti