Chi deve pulire canali e fossi

Chi deve pulire canali e fossi

175
0
Condividi

Buona domenica reticolata

Il reticolo idrico minore é sempre stata la salvezza dei nostri territori e lo sarebbe anche di fronte alle attuali bombe d’acqua, se solo, i fossi, fossero puliti e l’acqua scorresse.

Gli impedimenti sono erba alta, piante che nascono in alveo e, ultimamente, sacchetti dei rifiuti lanciati dalle auto per evitare di depositarli dove si dovrebbe.

La mancata manutenzione viene spesso giustificata, dai responsabili, dando la colpa ad altri, come é sempre stato di moda.

Il reticolo idrico ha diversi livelli: i corsi d’acqua principali gestiti dalla Regione, i canali di bonifica gestiti dai rispettivi Consorzi, il reticolo idrico minore gestito dai Comuni e la rete secondaria, costituita da fossi, derivazioni e colatori campestri che sono di competenza dei privati.

Il Comune di Rodigo ha adottato un regolamento di Polizia Idraulica che, dopo aver mappato i corpi idrici presenti, indica chiaramente chi e cosa deve essere fatto a ridosso di fossi canali e torrenti.

Sarebbe opportuno che anche i Comuni che ancora non hanno, o non hanno mai pensato di regolamentare questo settore, lo facessero, così si saprebbe, almeno, con chi prendersela quando il reticolo, invece di proteggerci, tracima o esonda nella sua complessità di fiumi, torrenti, fossi, scolmatori e colatori campestri.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti