Arido e caldo

Arido e caldo

139
0
Condividi

Buon venerdì coinvolgente

Ormai anche gli scettici ammettono che il clima è peggiorato sia per quanto riguarda il caldo, con le notti che non rinfrescano, sia, soprattutto, per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico.

Il Po è in secca, praticamente da maggio; per irrigare i campi, soprattutto a sud del grande fiume, si sono dovute ottenere deroghe perché, i torrenti appenninici, sono al di sotto della portata vitale.

E’  bene darsi una mossa sia a livello strutturale, come ripristinare alcune tecniche conservative lungo il fiume, e anche a livello di attività agricole e nelle nostre singole abitudini.

Se in tanti, negli ultimi 70-80 anni, abbiamo contribuito ad arrivare a questo punto, in altrettanti dobbiamo cercare di metterci una pezza, pena le maledizioni di coloro a cui lasceremo in eredità queste situazioni, che non sono facce ignote, ma quelle dei figli e dei nipoti.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

 

#fotoNONmie tratte dalla rete senza blocchi espliciti di copyright

Condividi