C’è da sperare negli argini

C’è da sperare negli argini

108
0
Condividi

Buona sabato esposto

Sono passati settant’anni dalla alluvione che ha risparmiato il Mantovano e allagato il vicinissimo Polesine e ancora, la nostra provincia, rimane la più esposta ad aventi alluvionali.

Non lo dice un pessimista ma l’ISPRA, (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale).

E’ passato da pochi giorni l’anniversario dello sfondamento degli argini a Occhiobello ma noi siamo ancora in prima linea con 33 mila Mantovani esposti allo scenario di pericolosità, cioè, l’8,2% degli abitanti della nostra provincia.

Ma non basta. 319.490 sono coloro che vivono il rischio alluvionale.

Le aree a rischio rappresenterebbero il 94% del territorio di cui il 13% ad elevato rischio.

C’è da sperare che gli argini tengano ancora e, soprattutto, che siano manutenuti come si deve.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

 

Foto tratte dalla rete senza blocchi espliciti di copyright

Condividi