An bevr’ in vin

An bevr’ in vin

213
0
Condividi

la partita vista dal Ciffo

“Bevr’ in vin. Sorta di antipasto consistente in una scodella di tagliatelli, di agnolelli, o d’altra pasta cotta in brodo, e su cui sia versato tanto buon vino quanto basti perché vi nuotino dentro agiatamente.  Serve, dicono i mantovani, a rinvigorire lo stomaco invincidito, e a destar l’appetito.”  (F. Arrivabene, Vocabolario Mantovano-Italiano). Io aggiungo che il “bevr’ in vin” funziona anche solo con brodo e vino, di solito rosso.

L’ho pensato come titolo per via dell’ora di pranzo in cui s’è giocata la partita, e per il modo e il momento in cui è stato ottenuto il risultato: il Mantova aveva sofferto la superiorità del Fiorenzuola, era finito sotto d’un gol all’inizio della ripresa, i tentativi di aggiustarla erano andati tutti a vuoto, gli stomachi dei mantovani erano ormai inaciditi per il profilarsi di un’indigesta terza sconfitta consecutiva, quando, proprio allo scadere, il buon Monaco ha servito il delizioso bevr’ in vin d’un bellissimo gol aggiustastomaco. E speriamo sia un buon antipasto per la prossima partita in casa del Padova, subito mercoledì.

Tre disegni; l’occasione del Fiorenzuola e i due gol (a proposito di disegni: per quello di copertina ho  “citato” il Cocco Bill di Jacovitti mentre sorbisce la sua camomilla)

25’. Certo Oneto centra la traversa e il suo collega Mastroianni sul rimbalzo la butta fuori. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

7’ del secondo tempo. L’ex Sartore (1), servito in verticale, anticipa Marone in sbalinata uscita, s’allunga troppo il pallone sulla destra ma lo raggiunge e (2) da posizione angolatissima infila la porta vuota. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

91’. il provvidenziale “bevr’ in vin” servito dal Monaco, a sua volta servito da Milillo a sua volta servito da Marone su punizione. Un vero aggiustastomaco. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Condividi