Speriamo nell’altra metà di corso Pradella

Speriamo nell’altra metà di corso Pradella

63
0
Condividi

Buon giovedì percorribile

La riqualificazione di Corso Vittorio Emanuele, conosciuto dai mantovani più come Pradella, è giunta a metà.

La parte sinistra, lasciandosi alle spalle il Teatro Sociale, è terminata.

Dopo la pausa natalizia, ricompariranno le transenne per completare le opere nella parte di destra.

Speriamo non sia simmetrica all’attuale perché mancherebbe lo spazio, ormai sacrosanto, per le bici.

Direi di più. La parte terminata è a rischio, per chi va in bicicletta, perché la tentazione di percorrere il nastro in granito dove sono allineati i tombini, non solo è pericoloso e rumoroso per tombini già instabili nelle loro sedi, ma anche perché marcia a ridosso delle auto in sosta proprio dalla parte dell’apertura delle portiere dell’autista ed è facile prevedere, statisticamente, qualche portellata.

Le imprese che hanno vinto l’appalto, al ribasso, hanno chiesto uno stralcio proprio perché, da quel che capisco, la parte ancora da costruire non sarà come quella già terminata.

Ci vorranno circa 370.000 € in più, per fare, dalla parte destra, spazio anche per una ciclabile che, se non ho letto male, in origine del progetto, non era contemplata.

Il costo finale sarà, come dice l’assessore competente, quello previsto in origine, prima dei ribassi, ribassi rientrati con questa variante in corso d’opera, come succede sempre con i lavori edili.

Avete mai visto, voi, un muratore che fa un preventivo giusto?

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti