Le piante sentono che il clima é cambiato

Le piante sentono che il clima é cambiato

63
0
Condividi

Buon giovedì arboreo

Che il clima sia cambiato ce ne stiamo accorgendo tutti, proprio in questi giorni di caldo che doveva essere finito e che invece permane.

Le piante sono le prime a modificare i loro comportamenti, assalite da venti che prima non c’erano, se non raramente, e da parassiti vecchi e nuovi, anch’essi favoriti dalla metamorfosi ambientale, ma anche da caldo, pioggia a secchiate e periodi di siccità imprevisti.

Abbattere i vecchi pioppi, messi a dimora negli anni 60 e 70 del secolo passato, più alti che belli, con rami che cadono solo a guardarli male, é una delle scelte obbligate, sostituendoli con specie più idonee all’ambiente urbano, più efficienti nell’assorbire anidride carbonica e altri inquinanti “cittadini”

Mantova abbatterà 221 piante, più pericolose che belle, come detto, e ne pianterà 260 di nuove.

Il problema, però rimane quello che c’é da fare per il clima, perché quello delle piante autoctone, non più adatte, é uno dei tanti segnali che Madre Terra ci invia, affinché noi si diventi più consapevolmente saggi.

Le toppe, a volte, sono solo l’illusione di aver trovato un rimedio.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti