L’è propia vera… e sperém ch’la düra

L’è propia vera… e sperém ch’la düra

41
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

È proprio vero: il Mantova continua a vincere e a confermarsi capolista. E speriam che duri.

Contro il Ciserano non è stata una gran bella partita, non è stato un gran bel Mantova (forse anche per i parecchi cambi cui mister Morgia è stato costretto), però s’è vinto, e meritatamente. Il mister comunque raccomanda di non esaltarsi, perché, dice lui, gli è capitato più di perderli, i campionati, che di vincerli, anche dopo essersi trovato in testa. Insóma, l’è püsè facil pèrdar che vìnsar. Dunque calma, e pedalare.

Parte meglio e forte il Ciserano, e all’8’ ci fa subito tremare come il palo colpito da un destrone d’un certo Ronchi, che ronchina un traversone (a sua volta deviato) del loro numero 7. Ma sul tiro forse c’è anche una leggera deviazione di Cecchi in disperata scivolata. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

Il Mantova si riprende e va in vantaggio al 20’ con una bella girata al volo di Yeboah. Il cross di Sivestro era stato deviato da un bianco difensore. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

 

Nel secondo tempo il Mantova le prova tutte per raddoppiare, ma per dritto o per traverso le sbaglia tutte. La più clamorosa è questa cannonata da distanza ravvicinata del prode Ferrari su invitante cross del bravissimo Scotto. S’era al 30’. E si farà in tempo a sbagliarne un altro paio prima che i tre fischi ci mandino a casa “felici e contenti”. (clicca sul disegno per ingrandirlo)