L’isola che non c’é

L’isola che non c’é

488
0
Condividi

Mantova ha le penisole pedonali

Pareri distorti (onair alle 9 e 19.30)

Buon martedì isolato
Ormai tutte le città serie hanno almeno un’isola pedonale dove anche i ciclisti devono andare a piedi spingendo a mano il mezzo a due ruote. A Mantova l’isola pedonale praticamente non c’è ma è solo una penisola nel senso che non è n’é isola né pedonale.
Per chi ha bisogno di toccare con mano consiglio di fare un giretto a piedi in corso Umberto I° o al mattino presto o alla sera tardi ma a volte anche in pieno giorno, escluso il giovedì che è mercato, e troverà una teoria di auto parcheggiate da entrambi i lati.
Adesso anche i commercianti, che un tempo la pensavano in modo opposto, si lamentano delle quattro ruote parcheggiate che oscurerebbero le loro attività.
Se si pensa che per accedere a Corso Umberto si deve avere la chiavetta che abbassa i fittoni meccanici di via Roma o di via Fernelli o di via Calvi, o sono troppi i residenti con permesso o i fittoni che sbucano dal pavimento, per bloccare il passaggio abusivo, non funzionano affatto. Propendo per i troppi permessi facili.
O si ha il coraggio di rendere le isole, isole pedonali, o se si guarda con angoscia a come voteranno gli automobilisti rimarremo sempre e solamente con delle penisole pedonali inutili e pure dannose.
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti