Il porto delle nebbie

Il porto delle nebbie

286
0
Condividi

Aumenta il traffico a Valdaro ma manca chiarezza

Pareri distorti (On Air alle 9 e 19.30)

Buon mercoledì limpido
Facile, sin troppo facile, citare il vecchissimo film “Porto delle nebbie” per Valdaro. Il porto mantovano che nel 2007 movimentava 128.000 tonnellate di merci, e che lo scorso anno ha spostato 276.500 tonnellate, vale a dire oltre il 200% in 7 anni.
Dov’é allora la nebbia? La nebbia sta nel fatto che, siccome la Regione Lombardia ha deciso che non è automatico che la gestione dei porti spetti alle Province, non sapendo chi domani avrà in carico il porto, la programmazione langue, tanto per usare un eufemismo.
Fatto il quotidiano pianto per le cose che non vanno, vediamo quelle che vanno.
Usando le via d’acqua, dove, stando alla Unione Europea il trasporto costa 0,025 € di tonnellata per ogni chilometro percorso, (ovviamente gli armatori dicono che costa di più quantificando il costo a tonnellata in 0,071 €), Valdaro ci ha fatto risparmiare 7,7 milioni o 2,8 in base al parametro che si usa per il calcolo.
Incontrovertibile è che sono state risparmiate 4500 tonnellate di anidride carbonica per riduzione di emissioni dai tubi di scappamento dei tir che non hanno fatto strada e che comunque non hanno, però dissolto le nebbie sul porto!
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti

Immagine tratta da: http://yespolitical.files.wordpress.com/2010/10/nebbia.jpg