Punti Coop per il lavoro

Punti Coop per il lavoro

303
0
Condividi

Le batterie di pentole possono attendere

Pareri distorti (On Air alle 9 e 19.30)

Buon lunedì collaborante
Dallo scorso anno, per coloro che, facendo spesa nei vari centri Coop, accumulano punti premio, è possibile scambiare i punti, non con premi, ma premiando giovani che, senza lavoro, vogliono lavorare, imparare a farlo, e farlo non gratis come alcuni ordini, dai ragionieri ai commercialisti, dagli avvocati ai geometri, dagli architetti ai giornalisti fanno fare da sempre, ma ricevendo un contributo mensile, piccolo, ma sempre un contributo, e non per fare fotocopie o rispondere al telefono.
Noi abbiamo avuto la fortuna, non solo di donare i punti che singolarmente abbiamo raccolto, ma anche di avere uno dei 20 tirocinanti, della provincia di Mantova, che tutti voi che ci seguite, avete conosciuto, almeno in voce.
E’ stata una esperienza fatta di entusiasmi che ci hanno dato entusiasmo, voglia di ripartire ancora una volta, che ha coinvolto molti altri e che ha dato concretamente a Lorenzo la possibilità di inseguire un sogno come, prima di lui, sempre soffiando ossigeno nei nostri microfoni, hanno fatto in molti che ora sono giornalisti affermati nel mondo.
La Coop ha deciso di rinnovare la convenzione per cui, anche quest’anno, invece di ringiovanire la batteria delle pentole o dei bicchieri sarà possibile trasformare i punti in lavoro ed esperienza; fatelo, anzi, facciamolo, le stoviglie possono attendere, il lavoro per i giovani ha già atteso sin troppo.
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti

Condividi
Articolo precedenteDocia şlada e salada
Prossimo articoloLezione di musica con Guccini