Se ne fosse venuta un metro?

Se ne fosse venuta un metro?

328
0
Condividi

Mancata manutenzione di fossi e cervelli

Pareri distorti (On Air alle 9 e 19.30)

Buona domenica soleggiata
Fortuna che sono venuti solo 30 centimetri di neve, se ne veniva un metro cosa succedeva?
I giorni scorsi ho fatto l’elenco provvisorio dei danni subiti nella nostra provincia causa la nevicata che definirei standard, perché 30 cm, da noi, sono la media di quando nevica.
Oggi i quotidiani locali elencano altri disagi tra cui la mancanza di energia elettrica su cui non torno, avendo già espresso il mio parere, l’abbattimento delle serre e delle strutture in plastica (facile da capire che cedano sotto il peso) e, cosa pare inaspettata, le esondazioni dei fossi e dei canali.
Inaspettata perché non è primavera, inaspettata perché con la neve non ci aspetta le piene, inaspettata perché le idrovore dovrebbero funzionare anche in assenza di elettricità, inaspettata perché i fossi d’inverno dovrebbero essere sgombri di erba e si scopre che invece sono ingombri di tutto.
Risparmiamo sulla manutenzione e poi spendiamo il doppio se non il triplo nel recuperare quanto danneggiato. Sia i fossi non curati, sia le linee elettriche precarie, sono figli della non manutenzione in nome di un inutile risparmio che è tale solo nei bilanci su carta, non in quelli del portafoglio, pubblico o privato che sia.
Ci sono persone fisiche, o giuridiche, che non hanno fatto quel che si sarebbe dovuto fare! Cosa aspettiamo a fargliela pagare?
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti

Immagine tratta da: http://www.ioarte.org/img/artisti/Sandra-Levaggi__pali_g.jpg

Condividi
Articolo precedente7 febbraio
Prossimo articoloAppalti traballanti