…e noi chiuderemo i nostri depositi

…e noi chiuderemo i nostri depositi

491
0
Condividi

Le Poste chiudono sportelli...

Pareri distorti (OnAir alle 9 e 19.30)

Buon venerdì depositante
In questi giorni le notizie di chiusura degli uffici postali minori, sono al centro delle proteste, soprattutto nei piccoli paesi o frazioni, che poi sono quelle che hanno più necessità di servizi.
Paradossalmente, infatti, in città, la chiusura di uno sportello sarebbe meno dannosa per gli utenti, ce ne sono altri nelle vicinanze più o meno immediate, ma più dannoso per l’ente che infatti non le chiude perché ha più conti e depositi attivi.
La protesta delle chiusure oltre a farla con petizioni e firme e interrogazioni, che comunque, è brutto dirlo, ma lasciano indifferenti i vertici delle Poste, bisogna portarla sul piano economico e colpire cioè gli interessi che sono il numero e la quantità di depositi dei nostri risparmi
Trasferiscono l’ufficio in quello più vicino e noi?  Bene: invece di inseguire i nostri soldi dove loro li spostano, dobbiamo toglierli tutti per metterli da un’altra parte e forse, ma forse, ci penseranno un po’ di più prima di  chiudere gli sportelli.
Dobbiamo sapere però che se i soldi non sono molti, probabilmente se ne fregheranno sia delle nostre petizioni sia del danno economico limitato che portiamo.
Questo è il risultato di quello che chiamano “libero mercato” da parte di un azienda, come quella che gestisce gli uffici postali, che non è nemmeno privata ma ancora dello Stato e cioè di coloro di noi che pagano le tasse!
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti

Condividi
Articolo precedente19 marzo
Prossimo articoloPoliziotti al posto dei lavavetri