Non rassegnarsi ai ritardi

Non rassegnarsi ai ritardi

405
0
Condividi

Passaggi a livello in tilt per temporali

Pareri distorti (OnAir alle 9 e 19.30)

Buon mercoledì in orario
Non dobbiamo mai rassegnarci, soprattutto ai cronici ritardi dei treni da e per Milano.
Anche ieri, 7 regionali con ritardi che vanno dai 20 agli 80 minuti, 6 corse limitate (che significa che non sono arrivate a destinazione finale) 2 soppressi (il termine è sufficientemente chiaro per essere capito)
La colpa non è della neve, nemmeno del ghiaccio, e nemmeno è stata una casualità su un impianto. Sono stati dei semplici temporali che, in questa stagione, e alle nostre latitudini, non sono certo una novità.
Ieri non era colpa né delle Ferrovie e nemmeno di Trenord ma di RFI (acronimo di Rete Ferroviaria Italiana) che è quella parte di ex FFSS che gestisce le autostrade su ferro e i passaggi a livello.
In tilt sono andati proprio dei passaggi a livello, ma non uno, di più, e allora il dubbio viene.
Dopo la sostituzione con nuove modelli che creano code alle porte della città sia a Levata, all’Itis che a Cittadella, ora, scopriamo che una pioggia intensa li blocca o li lascia pericolosamente aperti.
Sicuri che siano prodotti buoni? Dateci una occhiata, se potete!
A risentirci domani. Grazie
@robertostorti

Condividi
Articolo precedente26 maggio
Prossimo articoloI santini