17 giugno

17 giugno

353
0
Condividi

Una storia, una curiosità, un avvenimento da ricordare

Almanaccando

Quella che era destinata a diventare un simbolo degli Stati Uniti noto in tutto il mondo, ovvero la Statua della Libertà, arriva dalla Francia su una piccola nave smontata in circa 2000 scatoloni. Era il 17 giugno 1885. Fu costruita a Parigi dallo scultore Frederic Auguste Bartholdì, e progettata da Gustave Eiffel, quello della torre. È alta 93 metri e si vede a 40 km di distanza. Venne inviata a New York come dono della Francia per rafforzare i vincoli di amicizia con gli Stati Uniti, in occasione del primo centenario della Dichiarazione d’Indipendenza dal dominio inglese. Pare tuttavia che il dono “”ufficiale”” del governo Francese all’America sia in realtà un dono “”ufficioso”” dei massoni francesi ai confratelli americani. Lo stesso scultore Bartholdì, del resto, era un conclamato massone. Il basamento su cui poggiano i piedoni della statua arrivò dalla Sardegna; per realizzarlo il New York Times lanciò il primo crowdfunding della storia. Quando tutto fu pronto per l’inaugurazione fu organizzato il primo ticket tape parade, ovvero una sfilata in cui si lancia un’enorme quantità di pezzettini di carta per simulare una tempesta di neve, un’americanata insomma.
[rf]

Condividi
Articolo precedente16 giugno
Prossimo articoloMangiare le biodiversità