21 giugno

21 giugno

466
0
Condividi

Una storia, una curiosità, un avvenimento da ricordare

Almanaccando

Al solstizio d’estate del 1997 viene sperimentato, per la prima volta al mondo, il primo tratto di autostrada per auto senza guidatore. L’esperimento avviene su dieci chilometri di un’autostrada californiana, dove una serie di automobili dotate di speciali sensori vengono teleguidate in modo totalmente automatico da un sistema elettronico in grado di farle viaggiare a poche decine di centimetri l’una dall’altra. Ogni auto utilizzata per l’esperimento era dotata di telecamere e computer di navigazione, in grado di interagire con segnalatori magnetici posti nella sede stradale e di percepire in tempo reale qualsiasi variazione di traiettoria e velocità delle altre vetture. Non era tuttavia ancora in uso il sistema di navigazione satellitare. Nel corso di quel test verranno percorsi oltre 16mila chilometri senza alcun incidente. Oggi, a distanza di quasi vent’anni, questo tipo di progetto ha fatto notevoli balzi in avanti. Già esistono in circolazione delle “”autovetture autonome””, usate come navette all’aperto per le zone pedonali, che circolano a 20 km all’ora. Google, invece, ha in cantiere la Google Driverless Car, un’auto senza autista studiata per il traffico odierno, che nel corso di questa estate dovrebbe venir testata.
[rf]

Condividi
Articolo precedente20 giugno
Prossimo articolo22 giugno