La controfigura del Sindaco

La controfigura del Sindaco

725
0
Condividi

A Rodigo creato l'Avatar del primo cittadino

Buon venerdì apparente

Fare il Sindaco, anche di un paese di 5425 abitanti è sempre più impegnativo.

A Rodigo, infatti, il Sindaco in carica, non potendo essere sempre presente in Municipio, come vorrebbe, dopo aver fatto cambiare il regolamento comunale ha deciso che assumerà, senza concorso, perché si tratta di un rapporto fiduciario, un suo alter ego, una controfigura, un avatar, che vigilerà al suo posto.

Diciamo subito che una legge del 2000 nata per gli uffici stampa e comunicazione, interpretata estensivamente, glielo permette.

La questione apre, comunque, almeno due interrogativi: uno etico-politico e uno economico.

E’ perlomeno discutibile che una persona, che chiede i voti per amministrare, poi sceglie la sua controfigura per farlo fare, anche se sotto al sua supervisione.

La seconda questione, riguarda invece i compensi ai Sindaci che, sinceramente, prendono pochissimo per le responsabilità che si assumono e i rischi continui di denunce, anche penali, essendo praticamente responsabili di tutto: dalla salute dei cittadini, alle zanzare, alle piante che cadono col vento, alle buche nelle strade, agli incroci non fatti, ai rondò non sfalciati.

Credo che una comunità debba stipendiare, e non dare una mancia, ai propri amministratori, altrimenti, come già sta succedendo, continuerà la fuga non solo degli elettori ma anche di chi vorrebbe essere eletto.

A risentirci domani. Grazie

@robertostorti

Condividi