Venerdì nero. Ultima scappatoia ai saldi programmati

Venerdì nero. Ultima scappatoia ai saldi programmati

941
0
Condividi

Buona domenica colorata

Siamo appena usciti da un venerdì nero, non perché sia stato tragico, ma perché così si chiama, tradotto dall’inglese, il primo venerdì, dopo la festa del ringraziamento che, negli Stati Uniti d’America, è l’inizio dello shopping di Natale.

Lo abbiamo importato come tante altre tradizioni positive e negative, e anche in molti negozi mantovani, venerdì, si facevano sconti anche se la legge regionale dice che partiranno, gli sconti, a inizio gennaio.

Da sempre, in questo periodo, esprimo il mio parere che è quello di lasciare libero ogni punto vendita, negozio, mercato, di fare liberamente sconti, se ritiene opportuno e conveniente, in qualsiasi periodo dell’anno, perché altrimenti siamo alla carte fedeltà più o meno vere e originali che producono sconti, infrangendo le norme o parte di esse.

Simo in saldo continuo, allora diciamolo.

L’occasione di imitare l’America, è l’ultimo tassello di un gruviera fatto di sms, mail, inviti su fb a passare in negozio prima degli altri per scegliere e ottenere sconti, fuori dagli sconti.

Togliamo le norme, che nessuno rispetta, è sarà tutto più dignitoso.

A risentirci domani. Grazie

@robertostorti