Rifiuti abbandonati. Pagheranno i proprietari dei terreni non recintati

Rifiuti abbandonati. Pagheranno i proprietari dei terreni non recintati

1688
0
Condividi

Buona domenica pagante

Lo smaltimento dei rifiuti gettati non nei luoghi idonei alla raccolta differenziata e non, costano alla collettività 50.000 euro all’anno.

L’inciviltà di chi butta armadi, letti, materassi, frigoriferi, poltrone, divani, preferibilmente nell’area del Trincerone, alle porte della città, dove ci sono vie private, che portano ad aree private, non accenna a diminuire.

Ho insistito sul termine privato perché la situazione paradossale é che gli abbandoni avvengono proprio su terreni privati, non recintati, a volte nemmeno seminati e tocca al pubblico raccogliere, pulire e smaltire.

Ha fatto bene l’Assessore Murari a richiamare i proprietari alle loro responsabilità, per cui se é vero che sarà Mantova Ambiente a togliere i materiali abbandonati sui terreni privati, il conto lo dovranno pagare i proprietari dei terreni non custoditi come si deve e come farebbero se dovessero proteggere i loro raccolti.

Sbarre per l’accesso alle strade private, recinzioni o vigilanza sui terreni come quando ci sono ciliege, pere, mele, uva e angurie, si devono applicare anche se si é deciso di non seminare, magari proprio per accedere il contributo UE per l’agricoltura.

Quello che meraviglia é che la TEA raccoglie gratis, una volta al mese, davanti a casa, gli ingombranti con una semplice telefonata.

Ma forse é quella volta al mese che da fastidio a chi vuole disfarsi dell’armadio buttandolo nel terreno altrui.

A risentirci domani. Grazie

@robertostorti