8 MARZO: le iniziative a Mantova e provincia (notizia in aggiornamento)

8 MARZO: le iniziative a Mantova e provincia (notizia in aggiornamento)

332
0
Condividi

NON UNA DI MENO – Un 8 marzo di lotta anche in Italia e a Mantova. La Rete Non Una Di Meno aderisce allo sciopero globale in occasione della Giornata internazionale della donna insieme ad altri 40 Paesi nel mondo. a Mantova appuntamento alle ore 9 in piazza Martiri di Belfiore, ore 18 presidio al sottoportico di via Pescheria.
L’8 marzo tornerà a essere un momento di mobilitazione femminista attraverso lo strumento dello sciopero generale, indetto ad oggi dalle sigle sindacali: Usi, Slai Cobas per il sindacato di Classe, Cobas, Confederazione dei Comitati di Base, Usb, Sial Cobas, Usi-Ait, Usb, Sgb, Flc Cgil, per garantire un’astensione reale dal lavoro produttivo e riproduttivo e il coinvolgimento delle donne dentro e fuori i luoghi i lavoro.
Info: nonunadimeno.wordpress.com

SCREENING AL POMA – Un’iniziativa per sensibilizzare cittadine e dipendenti del Poma sull’importanza dell’attività di screening, in occasione della Giornata internazionale della donna. La promuove il corso di Laurea in Ostetricia – Università degli Studi di Milano, sede di Mantova – che vedrà impegnata la responsabile Monica Antuono insieme ai tutor universitari e a 30 studentesse iscritte al primo e terzo anno. Dalle 9 alle 9.30 verrà distribuito materiale informativo all’utenza femminile nella hall dell’ospedale di Mantova. Tra le 9.30 e le 17, invece, studentesse e professionisti del corsi di laurea incontreranno le operatrici delle strutture sanitarie e amministrative dell’ospedale di Mantova, per diffondere una brochure promozionale dell’ATS Valpadana relativa alla campagna di prevenzione contro i tumori al seno, al collo dell’utero e al colon retto. L’iniziativa nasce dall’esigenza di promuovere un percorso formativo dedicato alle studentesse dell’Ostetricia sui processi comunicativi negli screening e, al tempo stesso, dall’intento di celebrare la ricorrenza dell’8 marzo.

INGRESSO GRATIS AL DUCALE – Non solo domenica 5 ma anche mercoledì 8 marzo, ingresso gratuito nei musei e nei siti archeologici statali, iniziativa introdotta nel luglio 2014 dal ministro Dario Franceschini che dal suo esordio ha portato oltre 8 milioni di persone a visitare i luoghi della cultura nelle prime domeniche del mese. Verrà celebrata la figura femminile nell’arte attraverso una campagna social incentrata sulle opere di artiste presenti nei musei statali, come gli autoritratti di Sofonisba Anguissola alla Pinacoteca di Brera o di Maria Callani al Complesso Monumentale della Pilotta a Parma, o sulle raffigurazioni di donne storiche, come il ritratto di Jane Morris, icona del movimento preraffaellita, eseguito da Dante Gabriel Rossetti ed esposto nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

A MARMIROLO – A Marmirolo, l’8 marzo, gli appuntamenti saranno alle 17 in sala civica con una conferenza-seminario e alle 20.15 in teatro con una rappresentazione curata dalla scuola. L’iniziativa rientra nel bando regionale “Progettare la parità in Lombardia”, cui Marmirolo aderisce. Uno degli obiettivi del bando è proprio la creazione di una collaborazione tra i Comuni per uniformare il linguaggio su temi quali la violenza sulle donne e le discriminazioni di sesso, condividendo fatti, informazioni scientifiche, ricerche, sfatando miti e pregiudizi, favorendo lo scambio di esperienze e riflessione innovative sul tema. La rappresentazione teatrale preparata dalle medie coinvolgerà prima, seconda e terza. Si parlerà di come la donna venga percepita in letteratura e nella pubblicità, di violenze familiari, di stereotipi e di adozione.

A MOGLIA – Omaggio a Franca Rame e Dario Fo nella versione a firma della compagnia trentina Ariateatro si terrà mercoledì 8 alle 21 al Teatro Mondo 3 di Moglia per festeggiare la Festa della Donna con lo spettacolo Coppia aperta, quasi spalancata, con Simonetta Guarino (la stravagante casalinga Gaia di Zelig) e Denis Fontanari, per la regia di Riccardo Bellandi. Lo spettacolo è inserito nella stagione organizzata da Fondazione Aida e Assessorato alla Cultura del Comune di Moglia. Biglietti: 12/10 euro. Prezzo ridotto a tutte le donne che parteciperanno alla serata.