Abbattere gli immobili abbandonati o recuperarli, migliorandoli

Abbattere gli immobili abbandonati o recuperarli, migliorandoli

1236
0
Condividi

Buona domenica demolente

Rispetto agli Stati Uniti d’America, dove é normale abbattere il vecchio per costruire il nuovo, da noi si abbandona il vecchio e si edifica, a pochi metri distante, senza mai abbattere nulla.

Risultato: abbiamo un patrimonio edilizio in malora, nelle campagne ma anche nelle zone artigianali e industriali, con capannoni fatiscenti e pericolanti, utili solo per delinquere con coltivazioni abusive di “erba” o ricettacoli di sbandati o zeppe di materiali rubati o fabbrichette ammassate di schiavi cinesi che cuciono e stirano 24 h

Se é vero che questa usanza, del non abbattere il vecchio, ci ha portato sino a qui monumenti altrimenti non fruibili, é altrettanto vero che dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi non vedo edifici degni di rimanere eretti, terminata la loro breve storia di utilizzo quali sono gli edifici tutti simili a se stessi fatti di forati e poca fantasia.

Credo che onde evitare questo scempio del territorio con cascine dai tetti sfondati, capannoni utilizzati solo dai writer per allenarsi, ex insediamenti industriali con molto eternit da smaltire, sia il tempo di legiferare che, per costruire si debba prima abbattere o recuperare l’esistente, migliorandolo, se possibile.

A risentirci domani. Grazie

@robertostorti