Apre il primo “Sportello di Vicinato” a Mantova: tra regole, legami e...

Apre il primo “Sportello di Vicinato” a Mantova: tra regole, legami e relazioni

515
0
Condividi

Apre il primo “Sportello di Vicinato” a Mantova per avviare esperienze di condominio solidale. Un progetto finanziato dalla Fondazione Cariverona e dal Comune di Mantova, che sotto il coordinamento di CSVM ha visto coinvolti oltre alla amministrazione comunale, anche Aster, Fondazione Mazzali, la Parrocchia di San Leonardo, le Associazioni Auser provinciale, Arci Virgilio, Arci provinciale e La Giraffa.

Il giorno dell’inaugurazione il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi con alcuni residenti di Palazzo del Mago

Obiettivi del progetto. Favorire l’attivazione di una rete di collaborazione tra ente pubblico, enti del privato sociale e cittadini per favorire il dialogo tra i soggetti che operano all’interno di Palazzo del Mago (piazza San Leonardo, MN) e per ridisegnare la rete di offerta dei servizi e la loro fruibilità è una delle finalità principali. Oltre ché attivare spazi dove favorire l’incontro con i cittadini, i percorsi di accoglienza e di ascolto attivo per intercettare i bisogni, i desideri e le disponibilità, rendendo protagonisti gli abitanti e favorendo la costruzione di legami reciproci di fiducia e di buon vicinato.

Lo Sportello di Vicinato è ubicato al piano terra di Palazzo del Mago, con ingresso da piazza San Leonardo (MN): garantisce tre aperture settimanali il lunedì, il giovedì e il venerdì alla presenza di educatori, mediatori culturali e volontari delle associazioni coinvolte.

Ai nostri microfoni Michele Chiodarelli, presidente di ASTER Mantova.

Condividi
Articolo precedenteMuoviamo l’educazione: APAM continua la sua lotta a bullismo e vandalismo
Prossimo articoloSOLD OUT, dietro le quinte dei musical. SINGIN IN THE RAIN
Federica Nota
Classe 1990 e una vita piena di paradossi. Da bambina non parlavo con nessuno, da grande ho preso un po’ di lauree in comunicazione e media, e ne ho fatto il mio mestiere, che adoro. Ho vissuto per qualche anno all’estero: la Svizzera mi ha adottato e la Spagna mi ha abbracciato, ma l’Italia rimane il mio nido. Racconto il mio territorio, conoscendo quello che sta al di là delle dogane. Ma dato che sono cresciuta a sbrisolona e Sailor Moon - Paladina della giustizia, tra le altre, mi occupo anche di mediazione interculturale e libertà civili. Qualcuno a volte, mi definisce Don Chisciotte contro i mulini a vento. L’ironia e la libertà sono gli unici modi che conosco, e sono quelli che voglio comunicare ai microfoni di Radiobase. Il mio motto? Sii te stesso, tutti gli altri sono già occupati.