Messer Altiniero

Messer Altiniero

101
0
Condividi

“Messer Altiniero” da Mantova ha, con “due pennellate” (Gazzetta) della sua nobile e consumata arte, affossato i giovani e inesperti “caravaggeschi”, ancora lontani dai livelli di cotanto maestro. A dir la verità, Altinier ha capitalizzato il lavoro di tutta la squadra, che ha ben giocato, meritato la vittoria e quindi mantenuto il primo posto in classifica. Una bella santa Lucia per i fedeli e coraggiosi tifosi che hanno sostenuto i biancorossi in questo strano e freddo turno infrasettimanale.

Il primo gol al 26’: qualcuno (chi dice Minicleri, chi Ferri Marini) crossa da destra, qualcun’altro salta e non ci arriva, e Messer Altiniero sorprende tutti e mette a segno. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Sulla corsia di sinistra lo Scotto e il Silvestro spettacoleggiano. Prova ne sia quest’azione al 44’: tacco di Scotto per il Silvestro che sbuca da destra e sinistreggia; tutti sorpresi tranne il portierin  Mazzoli che smazzola in corner. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

20’ del secondo tempo: Minicleri (fuori quadro) per Scotto che, chissà come, “vede” Altinier arrivare alla sua sinistra e lo serve giravoltandosi, lasciando di stucco due omini grigi; quella di capitan messer Altiniero da Mantova è veramente una “pennellata” d’artista consumato.  (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Stavolta la partita è chiusa e lo spettacolo finito. Applausi.