Che bel sant’Ansèlom!

Che bel sant’Ansèlom!

113
0
Condividi

la partita vista da Ciffo

Il Mantova vince e il Como pareggia. Dunque, Mantova di nuovo in testa a 7 giornate dal termine. Vittoria meritata, vittoria “di rigore”, finalmente concesso dopo 112 giorni: robe da gridare “al miracolo”. Insomma, un gran bel sant’Anselmo: è o no il patrono dei mantovani?

Dopo qualche spavento, al 7’, capitan Altinier schiaccia in rete un gran cross dello Scotto. Alé! (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Il Mantova tenta e ritenta il raddoppio, ma al 34’ arriva il pareggio: corner, testa d’un tal Bertani, volo e respinta di Borghetto e palla sul Bugno (figlio dell’ex ciclista in tribuna), che mette dentro, a quanto pare, col braccio. I biancorossi lo segnalano all’arbitro che però, ahimè, convalida. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Ma al 47’ il signor Zucchetti di Foligno si rifà e fischia finalmente un rigore a nostro favore (l’era ora!) per atterramento di Altinier in area. Tira Minicleri il mancinone e segna il gollastrone del vittorione. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Secondo tempo strampalato con ribaltamenti continui. Mantova vicino al tris al 14’ con questa zuccatona di Ferri Marini (su corner di Minicleri) e paratona del verdevestito portiere Tamma che ci fa gridare “mamma!”. (clicca sul disegno per ingrandirlo)

Finale cardiopalmico perché il Como continua a non andar oltre il pareggio, il Mantova non riesce a fare il terzo gol e il Pro Sesto non si rassegna a perdere… ma finalmente i tri fis-c i riva e par i mantoàn l’è şà sant’Ansèlom.