Essere utili senza essere eroi

Essere utili senza essere eroi

225
0
Condividi

Buona domenica utile

Bellissimo lo slogan utilizzato per la lezione di primo soccorso rivolto 200 tra genitori, insegnanti e operatori scolastici dal direttore del 118: “essere utili senza essere eroi”.

Ogni volta che passo vicino al defibrillatore che c’é alla fine di corso Umberto, mi chiedo cosa farei, oltre che a chiamare il 112 con quella macchinetta che potrebbe essere messa in funzione, sapendola usare, ancor prima dell’arrivo della autolettiga.

Credo che sia necessario che più persone sappiano utilizzare questi strumenti salvavita, così come é importante imparare le semplici manovre, inventate nel tempo da medici e soccorritori.

Ai 200 é stato insegnato come disostruire le vie respiratorie, operazione semplice se si é vista fare, e si é provato, complicata se ci coglie il panico nel vedere un adulto, o un bimbo, strozzarsi con un cibo “andato di traverso”.

Un acino d’uva intero, ingerito male, soprattutto da un bimbo piccolo, può essere micidiale; la manovra per salvarlo é semplice ma va fatta a modo e non casualmente.

Impararlo e imparare i rudimenti di primo soccorso, rende più sicuro il mondo, o, almeno, il nostro piccolo mondo.

A risentirci o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti