Il silenzio dei Partiti su Pro-Gest

Il silenzio dei Partiti su Pro-Gest

308
0
Condividi

Buona domenica silenziosa

Inizia il mese elettorale che ci porta verso le urne per le Europee con il sistema proporzionale, per cui tutti i partiti si presentano per contare i propri voti e non quelli delle coalizioni, e poi ci sono, da noi, 38 comuni, che devono rinnovare i mandati amministrativi.

A occhio, tra le 102 liste presentate per le amministrative, non solo ci sono poche donne (¼ degli uomini), ma anche tante, tantissime liste civiche, più o meno veraci, con una eclissi dei simboli dei partiti.

A proposito di eclissi dei partiti, nel dibattito sulla Pro-Gest si nota un bel silenzio proprio dei Partiti; nessuna presa di posizione, né a favore e nemmeno contro, se non di singoli esponenti che specificano, ad ogni passo, che parlano a titolo strettamente personale, come se ci fosse stato un ordine di tacere o di parlare sottovoce.

Pur essendo discretamente attento alle notizie locali, non ho ricordo di una dichiarazione dei segretari Provinciali, ma nemmeno cittadini, del PD, di Forza Italia, della Lega, dei 5 Stelle.

Un silenzio, perlomeno strano, visto l’interesse politico, economico, giudiziario, di salute, che l’insediamento Pro-Gest, con il maldestro stoccaggio della carta da macero troppo impura, con il carente sistema antincendio per quel tipo di stoccaggio, con l’accumulo di materiale di scarto oltre le autorizzazioni concesse, su terreno non idoneo e nemmeno canalizzato per acque meteoriche che filtrano tra i parallelepipedi della ex carta, come si dovrebbe, sta attuando.

Una eclisse e un silenzio ufficial/ufficioso, inspiegabile, almeno per me.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Imamgine tratta da: https://gazzettadimantova.gelocal.it/