Preventivi in edilizia: inattendibili

Preventivi in edilizia: inattendibili

236
0
Condividi

Buona domenica ricostruente

Credo che chiunque abbia avuto a che fare con preventivi edili, possa concordare che l’importo iniziale e il saldo finale, sono così distanti tra di loro che la prima ipotesi pare fatta solo di cifre che un ubriaco ha scritto, la sera prima, sulla tovaglietta di carta dell’osteria alla moda in cui l’estensore aveva cenato.

Sta succedendo la stessa cosa per la ristrutturazione delle Logge di levante di Giulio Romano, (quelle a sinistra scendendo via Pescheria verso Via Mazzini).

L’incremento di 300.000 € su 750.000 preventivati, e ancora il lavoro non é finito, per cui come per il calcio bisogna attendere il fischio finale, é del 40% la cui colpa, a sentire i progettisti é dovuta alle prescrizioni della Sovrintendenza che invece dice il contrario, che l’incremento é dovuto a sottostima iniziale dei progettisti.

Qui non interessa dar ragione a uno o all’altro, vorrei solo dire che entrambi gli attori di questa commedia hanno dei precedenti che sono più aggravanti che attenuanti.

Dei preventivi edili ho appena detto quel che penso, della Sovrintendenza, oltre a nutrire qualche dubbio sul gusto estetico dopo il lavoro del Museo Archeologico in piazza Sordello a Mantova, c’é da dire che sono pochi quelli che, ristrutturando un immobile e, trovando degli affreschi, corrono a sentire il parere della Sovrintendenza.

Perché, non so perché.

Come dice il claim della pubblicità di un amaro.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Immagine tratta da:

https://artbonus.gov.it/116-19-pescherie-di-giulio-romano-mantova.html