La cimice ci mangia frutta e verdura

La cimice ci mangia frutta e verdura

175
0
Condividi

Buon giornata vigilante

Un insetto, anche piuttosto brutto, la cimice asiatica, arrivata sul nostro territorio solo 7 anni fa, nel 2012, quest’anno, sta rovinando i raccolti soprattutto di frutta, ma anche di verdura.

Confagricoltura addirittura parla di sparizione del settore frutta dalla nostra provincia, visto che i dati raccolti dall’organizzazione dicono che dal 70 a punte del 100% delle piante di pere e pesche hanno subito l’attacco, producendo frutti non commercializzabili perché impresentabili.

Non stanno meglio i kiwi (40% con punte del 90%) di danni, le mele (dal 50 al70%), le albicocche dall’80 al 100%.

I primi esemplari della cimice marmorata, si sono presentati nel 2012 e sono stati studiati dalla vicina Università di Modena e Reggio che é, attualmente, la migliore conoscitrice della evoluzione di questa bestiola, impermeabile agli antiparassitari classici, perché “morde” in profondità, e poi, come sempre in questi casi, si riproduce rapidissimamente, perché ha pochi antagonisti naturali.

I tecnici pare abbiano messo a punto un feromone artificiale che le attira in trappola, e direi che, questa volta, é meglio l’artificiale, al naturale, perché, l’antagonista sarebbe un altro animaletto asiatico che potrebbe diventare peggio del male che dovrebbe combattere.

Di innesti negativi, di colonizzazioni distruttive, a partire dalla nutrie, per passare ai gamberi delle Louisiana, ne abbiamo già abbastanza.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#FotoNONmie

Immagini tratte dalla rete