Illuminare troppo fa male a umani e volatili

Illuminare troppo fa male a umani e volatili

156
0
Condividi

Buona giornata illuminata

Tra chi si batte per un minor inquinamento luminoso, ci sono due studiosi mantovani; Riccardo Furgoni e Fabio Falchi.

Da anni sostengono che non si può, e non si deve, sparare luce verso l’alto ma illuminare, prevalentemente verso il basso e soprattutto illuminare quanto basta.

Sembrano indicazioni solo di buon senso, ma hanno impiegato anni a convincere proprietari di giardini e di villette ad affievolire la luce sparata con palloncini o palloncioni per illuminare il verde che nessuno calpesta.

In questi giorni è uscita una pubblicazione scientifica, a cui hanno collaborato con altri scienziati, che pone, anche, l’attenzione sul rapporto tra eccesso di illuminazione e malattie degli animali e degli umani.

  • La teoria parte, come spesso succede, da una intuizione: troppa luce, tiene svegli gli uccelli più del necessario, stressandoli e abbassando le loro difese immunitarie, riducendo la capacità di catturare insetti, con conseguenze immaginabili.

Se pensiamo alla febbre del nilo che ogni anno colpisce sempre più persone, punte dalla zanzara portatrice, l’ipotesi è da studiare, e non certo da scartare con sufficienza.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Immagini tratte dalla rete e non coperte da copyright, dichiarato o evidenziato

#FotoNONmie