Si va a scuola a piedi o in bici

Si va a scuola a piedi o in bici

375
0
Condividi

Buona giornata camminante

Tra una settimana inizia l’anno scolastico e con esso l’aumento delle auto che intasano le vie a ridosso delle scuole, soprattutto elementari.

Fortunatamente, però, sempre più persone si sono convinte che abituare, direi educare, ad usare l’unico mezzo di trasporto che la natura ha progettato per i nostri spostamenti, sia la strada migliore da percorrere per gli alunni/studenti e per tutti noi.

Si è iniziato con Pedibus, declinata poi in diverse maniere e modi e con diversi nomi che vanno da Millepiedini, Strapedibus e Kiss&Ride, tutte, comunque, con l’obiettivo dichiarato e attuato di creare una bus umano che transita per le vie e raccoglie i bambini diretti da casa a scuola e viceversa, andando a piedi, su percorsi protetti, accompagnati da genitori volontari, da agenti di polizia locale o altri volontari, persone in pensione, che intendono rendersi utili alla comunità.

Sono scelte di vita che lasciano sicuramente il segno perché, ciò che impariamo da piccoli ha una “permanenza” nelle abitudini che poi ci accompagneranno nella vita.

Non credo che arriveremo a non aver più bisogno di creare zone a traffico limitato temporanee attorno agli ingressi delle scuole perché chi ritiene di far prima andando in auto, ci sarà sempre, mentre gira e impreca e scalpita davanti alla fila di bambini che sul pedibus attraversano la strada sulle strisce bianche, a qualche centimetro dal cofano fumante, arrivando prima all’ingresso della scuola.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Immagini tratte dalla rete e non coperte da copyright, dichiarato o evidenziato

#FotoNONmie