Adeguarci al nuovo clima

Adeguarci al nuovo clima

156
0
Condividi

Buon sabato acquazzonato

Il primo temporale serio che chiude, forse, un’estate vicino ai record di caldo e di afa, ha già messo in ginocchio la città e la provincia.

Una palestra comunale prestata per il riposo dei volontari del Festivaletteratura si è allagata causa un giunto da sistemare, diverse case sono state invase dalla pioggia con chiamate urgenti ai vigili del fuoco, un canale è esondato sulla strada che da Volta Mantovana porta a Cavriana causa detriti portati a valle ma, soprattutto, per i numerosi sacchetti delle immondizie buttate nei fossi.

Secondo un noto meteorologo, intervenuto alla Fiera Millenaria di Gonzaga, il clima non sta cambiando, ma è già cambiato, e l’agricoltura, dovrà adeguarsi cambiando coltivazioni e modi di conduzione e io aggiungo che anche noi dovremo adeguarci ritornando ad essere vigili nei confronti della natura e fare tutto quanto può servirci per ridurre disagi e danni.

Esempi?

Costruire case e villette più in alto del piano di campagna, non interrare garage, dotarsi di impianti per recuperare  le acque meteoriche, pulire i fossi dalle erbacce e smettere di buttare le immondizie dai finestrini delle auto in corsa, proprio nei fossi che dovrebbero salvarci dalla bombe d’acqua.

Basterebbe il buon senso, come inizio di adeguamento.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie.

@robertostorti

Immagini tratte dalla rete e non coperte da copyright, dichiarato o evidenziato

#FotoNONmie