In Svizzera hanno perso i cordoni ombelicali

In Svizzera hanno perso i cordoni ombelicali

168
0
Condividi

Buona giornata custudente

A Mantova esiste la Banca del cordone ombelicale (Bamco) che é l’unica autorizzata a custodire questo pezzo di vita per chi é riuscito a farlo custodire.

La legge Italiana, trattandosi di staminali, impedisce la custodia, ma l’esperienza mantovana é autorizzata, in deroga alle leggi vetuste e ottuse italiane, a farlo.

Chi non ha fatto in tempo a far custodire il cordone ombelicale alla struttura privata mantovana, che non costa nulla al Servizio Sanitario Nazionale, é ricorso alla Svizzera che però, adesso ha perso i cordoni.

La società elvetica che li custodiva, é stata cancellata dal registro delle imprese svizzere perché ha trasferito l’attività in Polonia e i responsabili si sono resi irreperibili, e con essi anche i 15.000 cordoni custoditi a suon di franchi svizzeri.

L’esperienza mantovana della Banca Autologa/Allogenica del cordone ombelicale (BAMCO é l’acronimo) rimane l’unica seria alternativa se, chi deve e può, si deciderà a legiferare.

Intanto i 2500 cordoni custoditi al fresco dal 2002, da BAMCO stanno bene, non come quelli svizzeri.

Il Parlamento, e il Consiglio Regionale é ora che si sveglino, le strutture volute e mantenute dai singoli cittadini ci sono già e sono pronte a riprendere la raccolta.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

Immagini tratte dalla rete e non coperte da copyright, dichiarato o evidenziato

#FotoNONmie

Condividi
Articolo precedenteTri par quàtar
Prossimo articoloDazio si (riso) dazio no (grana)