Polveri: divieti, incentivi, sperimentazioni

Polveri: divieti, incentivi, sperimentazioni

163
0
Condividi

 

Buon mercoledì sperimentante

Viviamo in una delle aree più compromesse dell’Europa, almeno per quanto riguarda l’aria che respiriamo.

Dobbiamo prenderne atto e trovare delle soluzioni, e dei rimedi, per tentare di fare qualche cosa visto che non possiamo smettere di respirare.

La Regione Lombardia, praticamente, ha bloccato le auto sino all’euro 3 diesel e anche le euro 4 nei giorni peggiori ma ha anche pensato di sperimentare un marchingegno che verifichi l’uso dell’auto per concedere, a chi fa poca strada, di accendere l’auto anche se vecchiotta.

Si chiama Move-in (Monitoraggio Veicoli Inquinanti) che tenta di risolvere il problema reale di chi ha necessità di andare una volta alla settimana all’iper per fare la spesa grossa e sarebbe bloccato perché in possesso di un’auto non in regola con i divieti.

Sperimentalmente può aderire a questa campagna che prevede l’installazione con contributo di 50 euro, di una scatoletta che traccia l’uso chilometrico e se rimane entro certi limiti, potrà circolare senza essere multabile.

Credo che essere talebani non serva a risolvere un bel niente, cercare di mediare, come in questo caso, esigenze e salute, potrebbe funzionare.

Essendo una sperimentazione lo sapremo nella prossima primavera, a polveri spolverate.

Attendiamo i dati.

A risentirci, o a rileggerci, alla prossima occasione. Grazie

@robertostorti

#FotoNONmie tratte dalla rete